Lettere senza ritornoUno spettacolo culturale tra teatro, musica e poesia. Un modo per imparare a riflettere mentre la vita ci scivola addosso in modo disordinato e frenetico

Fonte: Ilgiornaledirieti.it
di Fernando Felli

Passo Corese sarà protagonista sabato 9 novembre ore 21:30 in largo XXIV Maggio, 20 dello spettacolo culturale "Lettere senza ritorno" di Emanuele D'Agapiti con musiche originali composte ed eseguite dal vivo da Matteo Colasanti. Sarà un'interessante occasione per entrare in contatto con grandi autori di fama internazionali come Oscar Wilde, Pier Paolo Pasolini, Jack Kerouac, Cesare Pavese e Beppe Fenoglio. Lo spettacolo, della durata di circa un'ora, si immergerà nelle mille sfumature della vita che gli autori hanno colto e fissato nei loro manoscritti.

Sfumature personali, a volte ruvide, difficili da masticare ed altre gradevoli, solari, ispiratrici. "Lettere senza ritorno" è un po' come lanciare nell'oceano una bottiglia con un messaggio all'interno, nessuno saprà mai su quale spiaggia si fermerà. La spiaggia in questa occasione sarà il pubblico presente che aprendo la bottiglia avrà modo di riflettere e di pensare su questi appunti di viaggio, impressioni, ricordi inquadrati nell'irresistibile tensione verso l'assoluto che accomunava questo gruppo di fantastici autori.

Si cercherà di dare voce al profumo del Mediterraneo, alle problematiche sulle carceri, alla solitudine agra dell'uomo, alla vita on the road, selvaggia, scomoda ma maledettamente libera ed autentica. I nostri giorni sono caratterizzati da una pericolosa distrazione intellettuale, e l'obiettivo di questo spettacolo è quello di richiamare l'attenzione e la partecipazione del pubblico sui temi della società.

«Noi ci proviamo - sottolinea l'autore Emanuele D'Agapiti - nel regalare una serata tra lettura, canto e recitazione di "Lettere dimenticate" nella speranza che ogni persona a fine spettacolo possa uscirne più sensibile ed arricchita interiormente». Un obiettivo ambizioso quello di Emanuele, ma l'importante per tutti noi è tentare tutta la vita di raggiungerlo.