Settimana Europea per la Sicurezza e Salute sul Lavoro: una Giornata di Studio all'Università' della TusciaL'iniziativa intrapresa quest'anno dal Laboratorio dell'Università della Tuscia riguarda la sensibilizzazione dei lavoratori agricoli all'impiego dei dispositivi di protezione collettiva e individuale

Fonte: Sabina Universitas

In occasione della settimana europea per la sicurezza e salute sul lavoro, che si svolgerà dal 22 al 26 ottobre 2012, il Laboratorio di Ergonomia e Sicurezza del Lavoro dell'Università della Tuscia organizza la Giornata di Studio "Nuovi orizzonti nella prevenzione in agricoltura". L'incontro si terrà la mattina del 25 ottobre 2012 presso l'Aula Blu (ex Facoltà di Agraria) in via S. Camillo De Lellis a Viterbo.
La campagna «Ambienti di lavoro sani e sicuri» è sostenuta dalle presidenze del Consiglio dell'UE, dal Parlamento europeo, dalla Commissione europea e dalle parti sociali europee ed è coordinata a livello nazionale dalla rete di focal point dell'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA).
Ogni tre minuti e mezzo nell'Unione europea un lavoratore muore a seguito di un incidente sul posto di lavoro o di una malattia professionale. L'Agenzia europea intende ridurre questo tasso di mortalità migliorando i luoghi di lavoro in Europa. La campagna «Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi» si inserisce nell'attuale campagna europea «Ambienti di lavoro sani e sicuri», che ha permesso di ottenere risultati considerevoli nell'ambito della sicurezza e salute sul lavoro nell'Unione europea.
L'iniziativa intrapresa quest'anno dal Laboratorio dell'Università della Tuscia riguarda la sensibilizzazione dei lavoratori agricoli all'impiego dei dispositivi di protezione collettiva e individuale.
In particolare nella prima parte della giornata, moderata dal professor Danilo Monarca, si farà riferimento all'uso degli "archi di protezione" contro gli effetti del ribaltamento nei trattori dotati di struttura abbattibile, mentre nella seconda parte, coordinata dal Prof. Massimo Cecchini, sarà trattato il tema della protezione delle vie respiratorie da agenti aerodispersi durante alcune lavorazioni agricole.
I relatori provengono dagli organi di vigilanza (ing. Napoli e dott.ssa Bedini della ASL), della ricerca (ing. Vita dell'INAIL, Dott. Di Giacinto, Prof. Colantoni dell'Università della Tuscia) e della consulenza (dott.ssa Berti della Servit HSE).
Saranno trattati, in modo divulgativo, argomenti riguardanti le corrette modalità di prevenzione del rischio da ribaltamento (che in agricoltura è quello che genera il maggior numero di infortuni mortali) e saranno illustrati i risultati di una ricerca riguardante le attuali tecniche per la riduzione dello sviluppo di polveri durante la raccolta di frutta in guscio.
La partecipazione alla Giornata di Studio è libera e gratuita e su richiesta sarà rilasciato un attestato di partecipazione. Per coloro che ne faranno richiesta è previsto anche il rilascio di crediti formativi per Addetti e Responsabili dei Servizi di Prevenzione e Protezione e Datori di Lavoro-RSPP a seguito di una valutazione finale dell'apprendimento.

Correlati
Corso di Laurea in Laurea in Scienze e Tecnologie per la Conservazione delle Foreste e della Natura
Corso di Laurea in Scienze Forestali a Cittaducale: da ottobre anche un corso sulla sicurezza del lavoro nel settore agroforestale

Allegati
Giornata di Studio "Nuovi orizzonti nella prevenzione in agricoltura"
Scarica la Locandina