Studenti da tutta Europa a Bruxelles per chiedere la confisca dei beni alle mafieA Bruxelles il 9 dicembre FLARE (Freedom, Legality And Right in Europe) organizzerà un'iniziativa per richiedere una Direttiva sul Riutilizzo Sociale dei beni confiscati alle mafie

Fonte: Studenti.it
di Andrea MAggiolo

Il 9 Dicembre 2010, in occasione della Giornata Europea Contro la corruzione, FLARE (Freedom, Legality And Right in Europe) organizzerà un'iniziativa per richiedere una Direttiva sul Riutilizzo Sociale dei beni confiscati alle mafie come avviene in Italia con la legge 109 del 1996.

L'iniziativa sarà un momento di incontro di più di 600 giovani provenienti da tutta Europa per chiedere che le politiche riguardanti le mafie superino i confini nazionali prendendo atto della dimensione globale che hanno raggiunto le reti criminali. Il 9 Dicembre a Bruxelles sarà un momento per lanciare una grande raccolta firme internazionale che attraversi, per tutta la prossima estate, i 27 paesi dell'Unione Europea.

Dall'Italia partiranno numerosi autobus per congiungersi sotto il Parlamento Europeo con le altre delegazioni provenienti da Helsinki e da Lisbona, da Atene come da Dublino.

La quota di partecipazione è di 40 euro comprensiva di tutto: vitto, alloggio e trasporti. Organizza il viaggio la Rete della Conoscenza, che unisce studenti medi, universitari, dottorandi, accademici.

Per iscrizioni all'iniziativa è necessario inviare la domanda entro e non oltre il 10 Novembre a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Tutte le informazioni dettagliate sul sito della Rete della Conoscenza.