Con 'Campus mentis 2010' largo al merito per aziende e laureatiDal 25 ottobre (prima tappa Pomezia) riparte l'iniziativa che mette in contatto i giovani con il mondo del lavoro

Fonte: Adnkronos

Un' esperienza vincente per mettere in contatto i migliori laureati d’Italia e le aziende. E' 'Campus Mentis 2010' che ripropone quest'anno l'esperienza di Global Village Campus 2009, cui hanno partecipato più di 600 ragazzi. Fra loro, il 76% ha trovato lavoro e il 68% si è dichiarato più che soddisfatto dell’esperienza vissuta. Campus Mentis 2010 è stato presentato oggi al Rettorato della Sapienza di Roma, e fa parte di un progetto pilota avviato lo scorso anno dall'università e dal ministero della Gioventù, con la collaborazione del centro di ricerca Impresapiens e di Cegos Search Italia.

Un esperimento che ha messo in contatto 600 laureati di talento con le imprese e che è pronto a triplicare i suoi numeri: quest'anno ci sarà spazio per 1.500 ragazzi e i campus si sposteranno in tre città, a Pomezia per quattro settimane, a Catania per due e ad Abano Terme per altre due.

Il rettore della Sapienza, Luigi Frati, ha fatto un bilancio delle attività messe in campo per avvicinare i laureati al mondo del lavoro, lanciando anche la proposta "di abbinare un concorso per selezionare la migliore idea, il miglior brevetto presentato dagli under 35-40. Noi dobbiamo premiare il meglio". Insomma, "largo al merito" come ha sottolineato il portavoce del ministro della gioventù Giorgia Meloni, Nicola Procaccini. "Abbiamo sposato in pieno il progetto -ha spiegato il portavoce- perché rispecchia la nostra filosofia, che è quella di premiare il merito e questi ragazzi". Ottimo il riscontro anche tra le aziende: nel 2009 Microsoft, solo nell'ultima settimana, ha richiesto dieci ragazzi, mentre hanno iniziato a lavorare per Bnl 70 giovani che avevano avuto modo di fare colloqui durante il Global Village Campus 2009.

Andrea Rocchi, coordinatore del progetto, ha tradotto in numeri la sfida dello scorso anno: "Il 54% dei giovani ha avuto un'offerta di stage, il 12% un contratto a tempo determinato, il 6% un contratto di formazione, il 2% un contratto di collaborazione, l'1% un contratto a progetto mentre il 25% non ha ancora ottenuto risposta".

Paolo Longhi di Cegos Search Italia, ha fatto il punto sull’opportunità unica, offerta dai campus, di mettere a disposizione delle aziende tutte le qualità dei ragazzi: "Non si tratta solo di colloqui, ma anche di prove esponenziali. I giovani lo scorso anno hanno messo in scena spettacoli teatrali, fatto prove di guida sicura, tutto per sfidare la loro resistenza allo stress e la loro capacità di fare squadra ed essere dei leader".

Presenti alla conferenza anche due ragazzi che hanno partecipato al Global Village Campus 2009, entrambi soddisfatti dell’esperienza. "E’ un vero ponte tra università e mondo del lavoro -ha spiegato Marco Sanetti- e mi ha anche dato la possibilità di creare una rete di lavoro con i ragazzi con cui ho condiviso il campus l'anno scorso".

"Un'esperienza che mi ha permesso anche di capire i miei errori – ha aggiunto l’altra ragazza, Laura Odovisi – e qual è la maniera migliore di presentarsi a un colloquio. Ho incontrato laureati di tutte le facoltà e provenienti da tutta Italia e soprattutto ho avuto modo di conoscere i top manager delle più importanti aziende italiane e mondiali, altrimenti inarrivabili". Quest'anno Campus Mentis apre a 1.500 ragazzi, le iscrizioni sono ancora aperte e si fanno rigorosamente online sul sito www.campusmentis.it. Il lancio della nuova edizione ci sarà lunedì 25 ottobre a Pomezia, quando sarà presentato Campus Mentis 2010.