Daniele SilvestriDomani, Andrea Rivera, insieme agli studenti de “La Sapienza” condurrà la serata di musica e protesta contro la riforma. L’evento, vedrà la partecipazione di tantissimi artisti

Fonte: Previewonline.info

Domani, martedì 18 novembre, l’Università “La Sapienza” organizzerà un concerto per gli studenti dell’Ateno dal titolo “Siamo in Onda”. La serata, condotta dagli studenti della “Sapienza” “sarà un momento di grande visibilità e comunicazione”, si legge nel comunicato stampa, per rilanciare la protesta contro la riforma della scuola e dell’Università del ministro Maria stella Gelmini. “Siamo in Onda”, scrivono gli studenti dell’Ateneo “(...) segue la due giorni di assemblea nazionale, nella quale gli studenti e i ricercatori precari delle città in mobilitazione hanno discusso di una proposta di autoriforma dal basso dell'università”. “Non è un semplice spettacolo – scrivono gli studenti-, ma un'occasione per continuare a far vivere l'università attraverso processi di autogestione e partecipazione. Perché l'università rimanga un luogo aperto e indipendente contro le logiche di gestione privatistica di sapere e cultura. ‘Siamo in Onda’ perché le nostre mobilitazioni vogliono parlare alla società tutta, per riaprire la possibilità di trasformazione, perché in questo paese si riapra un dibattito sulle nuove forme di welfare, di condivisione e libera produzione di saperi dentro e oltre l'università”.
Così, domani, a partire dalle 19, Andrea Rivera, insieme agli studenti de “la Sapienza” condurrà la serata di musica e protesta contro la riforma. L’evento, vedrà la partecipazione di tantissimi artisti: Daniele Silvestri, Valerio Mastandrea, Elio Germano e Le Bestie Rare, Simone Cristicchi, Tetes de Bois, Momo, Dario Vergassola, Ulderico Pesce, Remo Remotti, Riccardo Sinigallia, Enrico Capuano, Assalti Frontali, Pino Marino, Rocco Papaleo, Lillo & Greg, Tre Allegri Ragazzi Morti, Alessio Bonomo, Bobo Rondelli, Filippo Gatti, Roberto Angelini, Rino Gaetano Band & Marco Morandi, Piero Brega, Peppe Voltarelli, Marco Conidi.