Startup innovative, la nuova frontiera imprenditoriale italiana

Il valore delle startup innovative all’interno del tessuto imprenditoriale italiano composto da piccole e medie realtà è sempre più evidente, e lo dimostrano i recenti dati nazionali che testimoniano l’esistenza di oltre 10mila startup innovative registrate nella Penisola, per un capitale sociale complessivo di quasi 490 milioni di euro.

Fonte: Cliclavoro.gov.it

Il fenomeno è in crescita e viaggia a forte velocità, dato che mediamente, ogni mese, a livello nazionale si trasformano in startup circa 100 idee imprenditoriali; per un numero complessivo di lavoratori coinvolti, tra soci e addetti vari, che attualmente si aggira intorno alle 54mila unità.

Escludendo le capofila Lombardia e Lazio, che insieme coprono più del 37% del numero di startup innovative in Italia, la crescita coinvolge più o meno in maniera uguale le altre regioni, con numeri rilevanti però in Emilia Romagna e Campania, con quest’ultima, reginetta del Sud, che da sola conta quasi 800 nuove realtà imprenditoriali registrate.

Al momento, i settori in cui maggiormente investono queste startup sono tutti quelli tech: basti pensare che una startup innovativa su tre si occupa di produzione software. Ma anche il manifatturiero, che per l’Italia è un ambito molto importante, riveste circa il 18% delle attività delle nuove startup. Da questo punto di vista sono in aumento le “nascite” di realtà imprenditoriali che applicano innovazione e digitale anche a mestieri e settori notoriamente più classici, come moda e retail.

Ad aiutare questa ascesa a livello nazionale, sicuramente ci sono i fondi europei e le misure regionali a favore delle startup innovative, che si moltiplicano sempre più sul territorio e incentivano i giovani a operare in questo ambito, ma un ruolo determinante è giocato anche dalle call, vere e proprie “chiamate alle armi” per i nuovi progetti imprenditoriali.
Queste “gare” sono sempre più frequenti: la partecipazione gratuita da un lato e lo spirito competitivo alla base delle call dall’altro consentono alle idee imprenditoriali migliori di svilupparsi ed essere premiate, sia con risorse economiche sia con la visibilità internazionale, mettendo spesso a disposizione importanti periodi di “incubazione”, consulenze e in generale azioni che permettono una crescita più rapida e “sana” dei vari progetti di startup.

A tal proposito, con scadenza prossima sono due le call nazionali che intendono premiare i progetti innovativi imprenditoriali più meritevoli: la Startup Competition e la Digital360 Awards.

Startup Competition. Scadenza 6 maggio 2019. La scorsa edizione ha visto la candidatura di circa 1500 realtà italiane. L’obiettivo comune degli organizzatori è proprio quello di incentivare concretamente la crescita e lo sviluppo di progetti innovativi attraverso la presentazione delle migliori idee imprenditoriali ai maggiori player, investitori e stakeholder del settore, che hanno inoltre messo a disposizione premi per 750mila euro.

Digital 360 Awards.

Fino all’8 maggio prossimo, le startup innovative potranno iscriversi per partecipare a questa quarta edizione, che come di consueto promuove la cultura dell’innovazione imprenditoriale digitale. Anche per questa call, visibilità e premi in denaro saranno i motori concreti di sviluppo per le migliori idee presentate da singoli o team di lavoro.