Verso le nuove unità di misura, il chilogrammo

Ecco che cosa cambia, lo spiega l'esperto dell'Inrim Enrico Massa.

Fonte: Ansa.it

Nuovo approfondimento sul nuovo Sistema Internazionale delle unità di misura (Si) approvato il 16 novembre 2018 dalla 26/a Conferenza Generale dei Pesi e delle Misure (Cgpm) e in arrivo a partire dal 20 maggio. Dopo l'introduzione generale di Maria Luisa Rastello, direttrice scientifica dell'Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (Inrim) e unica italiana nel Comitato internazionale pesi e misure, e dopo gli approfondimenti sull'ampere, il kelvin e la mole, è la volta del chilogrammo, 

A guidarci alla scoperta della nuova definizione del chilogrammo è il ricercatore dell'Inrim Enrico Massa. Il chilogrammo è tra le più popolari unità di misura: è la prima grandezza con cui veniamo a contatto fin dalla nascita e da sempre è protagonista degli cambi commerciali. Oggi il chilogrammo è definito come il clindro di platino e iridio conservato in una cassaforte a Parigi, sotto tre campane di vetro, in condizioni di temperature  e umidità controllate.

Finora questo ha servito molto bene il sistema internazionale delle unità di misura, ma nel tempo si sono evidenziati i limiti di una definizione basata su un artefatto e si è deciso di passare a una definizione basata su una costante della fisica, quella di Planck.