Milano capitale dei brevetti per far incontrare ricercatori e imprese

Il ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca punta sui brevetti: per favorire l’introduzione nella società di applicazioni e tecnologie dal forte impatto innovativo ha ideato InnovAgorà, la manifestazione in corso fino a mercoledì 8 maggio al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia di Milano dove è possibile vedere 176 innovazioni messe a punto da ricercatori e team di ricerca provenienti da 49 Università italiane e 12 enti di ricerca di tutta Italia. «Vogliamo far uscire i brevetti dai laboratori delle nostre università e dei nostri centri di ricerca e farli conoscere ai cittadini e alle imprese», ha spiegato il ministro Marco Bussetti.

Fonte: Ilsole24ore.com
di Fr.Mi.

Durante la manifestazione i ricercatori potranno mostrare i prodotti del loro studio e le aziende potranno toccare con mano le nuove tecnologie e i prototipi progettati nelle università. «L’Italia - ha detto il ministro - si contraddistingue per un’alta densità scientifica che deve tradursi in una commisurata risposta in termini di brevetti. Attraverso questa manifestazione dimostreremo come la ricerca può e deve essere concretamente motore di crescita sociale, culturale ed economica del nostro Paese».

I prototipi esposti al museo Nazionale Scienza e Tecnologia sono suddivisi in 7 aree tematiche:
1) bioeconomia e agroalimentare
2) manifattura intelligente: materiali innovativi, robotica e Ict
3) energia sostenibile, ambiente e tecnologie verdi
4) società intelligenti, sicure e inclusive; mobilità sostenibile
5) dispositivi per la diagnosi e la cura
6) nuovi farmaci e biotecnologie per la salute
7) tecnologie innovative per l’edilizia, le infrastrutture e il patrimonio culturale.

L’obiettivo è quello di rendere InnovAgorà un appuntamento annuale che si ponga come strumento di conoscenza e valorizzazione della migliore ricerca italiana. «Milano si trasformerà in una piazza di scambio - ha detto infatti il ministro -, faremo incontrare domanda e offerta di sviluppo».

La ricerca in Italia è di ottimo livello: lo testimoniano i risultati ottenuti dai ricercatori, che sono sempre ai primi posti in ranking e graduatorie internazionali. «Quello che ancora manca - ha sottolineato il presidente del Cnr Massimo Inguscio - è la consapevolezza dell’importanza della ricerca da parte del mondo produttivo, ed è proprio per avvicinare questi due mondi che abbiamo aderito con entusiasmo all’invito del Miur di organizzare una manifestazione volta a fare in modo che i tanti brevetti generati dalla ricerca diventino ‘opere industriali'. In questo senso, Milano con la sua ricchezza di industrie e Pmi, è la sede ideale per avviare questo processo».