Lavoro chiama Italia, a Verona career day con 31 atenei: 110 viaggi premio per i candidati

Esordisce il 7 marzo alla fiera di Verona “Lavoro chiama Italia”, un nuovo appuntamento per incrociare neolaureati, studenti universitari e mondo delle imprese. Domanda e offerta di lavoro con al centro il mondo degli atenei: ben 31 le sedi universitarie che hanno confermato la loro partecipazione al “Job placement summit 2019”, primo meeting nazionale degli uffici placement delle università italiane che si svolgerà nell’ambito della manifestazione.

Fonte: Venetoeconomia.it

L’incontro, promosso dal Comitato scientifico di Lavoro Chiama Italia, intende riunire professionisti di career service, uffici placement, uffici internazionali e docenti per discutere il futuro di questi servizi che stanno assumendo una rilevanza sempre più strategica.

A un mese dall’iniziativa sono oltre un centinaio le posizioni aperte inserite dalla 65 aziende partecipanti sul sito (www.lavorochiamaitalia.it/posizioni_aperte): si va dai sempre molto richiesti ingegneri agli addetti al marketing, dagli store manager ai progettisti meccanici, dagli addetti al controllo qualità a quelli logistici, dagli sviluppatori software agli specialisti in automazione, dai disegnatori tecnici agli export manager, fino ad esperti in enologia e agli addetti alla gestione delle risorse umane.

Spese di trasferta coperte dall’organizzazione

All’evento sono attesi 2 mila giovani. L’obiettivo di Area, la società organizzatrice è di portare a Verona potenziali candidati da tutta l’Italia. Per questo, è partita una campagna social con la partecipazione di alcuni influencer noti al pubblico giovanile, che diventerà virale grazie alla condivisione degli uffici placement universitari e dei servizi Informa Giovani. L’organizzazione di Lavoro Chiama Italia, inoltre, ha messo in palio 110 viaggi premio a copertura delle spese di trasferta, riservati agli studenti che invieranno i migliori cv.

Per tutta la giornata (dalle 9.00 alle 17.00) si terranno incontri e workshop tra aziende e studenti o neolaureati per valutare insieme concrete opportunità di lavoro o di stage. Opportunità che sono già da oggi consultabili sul sito del salone. Durante l’evento, sarà allestito un ‘curriculum corner’ dove esperti e psicologi del lavoro saranno a disposizione per l’analisi, la revisione e la stampa dei curricula da consegnare alle aziende.

Le 65 aziende partecipanti (prevalentemente aziende di medio grandi dimensioni, operanti in svariati settori produttivi, dalla siderurgia, alla GDO, dall’alimentare all’informatica) potranno visionare in anteprima i curricula degli iscritti, per cominciare a farsi un’idea e individuare i profili con le giuste caratteristiche.

Tra queste ci saranno Eni, Poste Italiane, Ibm, Unicredit, Unipol, Electrolux Professional, Veronesi, Leroy Merlin, Despar, Lidl, Pam Panorama, Coop, supermercati Tosano, Bricocenter, Bricoman, Bnl Paris Paribas, Acciai Speciali Terni, Afv Beltrame, Forgital, Pietro Fiorentini, Fis, Trow Nutrition, Gruppo Gea, Socomec, Lyondellbasell, Gruppo Zoppas Industries.