Banner

Seguici su:

Seguici su Facebook Seguici su Twitter!

Porta Futuro

PORTA FUTURO RETE UNIVERSITA'

Job | Ricerca Lavoro

JOB | Ricerca Lavoro Scopri la Sezione JOB, per cercare lavoro in Italia ed all'estero.
Mtv "Tocca a noi", una proposta per una nuova università
Attualità
Mercoledì 29 Luglio 2009

mtvConsegnata in corte di cassazione la prima legge fatta dai ragazzi per i ragazzi. A settembre l'inizio della raccolta delle firme

Fonte: La Stampa.it
 
E’ stata consegnata in Corte di Cassazione la prima Legge fatta dai ragazzi per i ragazzi promossa da Mtv Italia.
La Legge proposta: “La nuova università: un’esperienza da vivere - misure per migliorare le condizioni di vita universitaria, per accrescere la qualità e la conoscenza dei servizi universitari, per il sostegno alla mobilità nazionale ed internazionale degli studenti e per la disciplina dei tirocini formativi universitari” è stata scritta dai ragazzi dell’Università Spisa di Bologna.

Dopo aver votato in più di 300.000 l’argomento di legge “Scuola e Università”, dopo aver scritto tre testi di legge su questo argomento e aver rivotato in 1.300.000 il testo che i ragazzi stessi ritenevano più urgente, un Comitato Promotore ha consegnata la prima Legge partecipativa in Corte di Cassazione. Nel Comitato Promotore, che ha concretamente depositato e firmato la Proposta di Legge “Una Nuova Università: un’esperienza da vivere”, una rappresentanza degli studenti dell’Università Spisa di Bologna, una rappresentanza dei tanti artisti che hanno sostenuto il progetto di Mtv “Tocca a noi”, e una rappresentanza di Mtv Italia. Antonio Campo Dall’Orto, Presidente di Mtv Italia, è stato il primo a firmare seguito da Francesco Sarcina delle Vibrazioni, Lost, Dari, Finley e Max Pezzali.

Un momento emozionante che tutti i presenti hanno vissuto come un gesto particolarmente significativo.

Antonio Campo Dall’Orto, Presidente Mtv Italia: «Viviamo in un Paese dove la politica ha ridotto l’ascolto verso i giovani, la partecipazione massiccia a questa iniziativa dimostra però che i giovani hanno voglia di partecipare alla vita reale del Paese e di essere ascoltati».

Francesco Sarcina, cantante de Le Vibrazioni : «Credo fortemente in questa iniziativa, essere qui oggi significa che se ci si muove e ci si dà da fare le cose possono cambiare, come dice qualcuno yes si può fare!».

Lost, band musicale: «Come artisti noi abbiamo il privilegio di farci ascoltare, ma questa è la prima volta che possiamo far riflettere i giovani come noi. Gli strumenti esistono per poter agire, speriamo che “Tocca a Noi” sia da esempio per fare altre cose anche più importanti».

Max Pezzali, cantante: «E’ stato un bellissimo momento di democrazia partecipativa. C’è un forte ritorno alla democrazia diretta ma io sono più per la democrazia partecipativa, non mi piacciono le proposte astratte e i concetti generali, la vita passa attraverso risoluzioni pratiche e progetti reali e “Tocca a Noi” lo è».

Finley, band musicale: «Non vediamo l’ora di arrivare alla fase della raccolta delle firme, si dice sempre che i giovani sono lontani dalla politica, eccoci qua...se i giovani sono messi nelle condizioni di poter fare possono andar lontano».

Dari, band musicale: «In questo periodo in cui c’è ancora più bisogno di concretezza quest’iniziativa dimostra che se si vuole le cose possono cambiare. Molti nostri parenti e amici sono studenti universitari, per questo motivo essere qui e contribuire al loro futuro ci rende orgogliosi».
 

e-max.it: your social media marketing partner
  online cash advance . But it is worth noting that these tests were carried out on the blood cells. Therefore, it's too early to say about scientific evidence of Viagra No RX influence on blood clots.

© 2008-2018 Sabina Universitas - Polo Universitario di Rieti S.C.p.A. (P.I. 00982440570). Tutti i diritti riservati.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla nostra sezione Cookie Policy.

Accetto i cookie da questo sito