Banner

Campus App Download

Scarica l'App di Campus.Rieti.it
Compatibile con iPhone, iPod touch e iPad.
Download

Seguici su:

Seguici su Facebook Seguici su Twitter! Abbonati ad un Feed RSS!

Job | Ricerca Lavoro

JOB | Ricerca Lavoro Scopri la nuova Sezione JOB, per cercare lavoro in Italia ed all'estero.
Telethon, oltre 10 milioni di finanziamenti in Italia per progetti di ricerca
Attualità
Martedì 30 Luglio 2013

Telethon, oltre 10 milioni di finanziamenti in Italia per progetti di ricercaGli atenei di Bologna, Firenze, Pavia e Catania tra i destinatari degli ingenti finanziamenti della Fondazione per lo sviluppo di ricerche, selezionate dalla Commissione medico scientifica di Telethon, nel campo delle malattie genetiche. Ecco quali sono

Fonte: Ustation.it

Menomale che Telethon c’è, verrebbe da dire. In periodo di vacche magrissime durante il quale, per scelte e priorità, università e ricerca cono tra le voci in Italia che soffrono di pesanti tagli, gli investimenti scelti per il 2013 dalla Fondazione a supporto della ricerca sulle malattie genetiche è una vera e propria manna dal cielo.

Sono stati ben 38 i progetti di ricerca sulle malattie genetiche finanziati da Telethon su tutto il territorio nazionale per un totale di ben 10,5 milioni di euro. Buona parte delle ricerche saranno condotte in sinergia da più gruppi distribuiti in 69 laboratori del Paese.

Tra le ricerche finanziate molte sono sviluppate all’interno degli atenei. Dei 900 mila euro stanziati da Telethon per la ricerca scientifica in Emilia Romagna, 630 mila euro finanzieranno i progetti di tre ricercatori dell’Alma Mater. Si tratta di Marco Seri, Paolo Tinuper e Tommaso Pippucci.

Il primo coordinerà un progetto multicentrico su un raro gruppo di malattie del sangue, le trombocitopenie ereditarie, in cui a causa di un ridotto numero di piastrine i pazienti vanno incontro a frequenti emorragie e sanguinamenti improvvisi, con l’obiettivo di identificare nuove forme di questa malattia ancora non caratterizzate.

Sempre presso l’ateneo bolognese, Paolo Tinuper del dipartimento di Scienze biomediche e neuromotorie coordinerà uno studio sui nuovi geni associati all’insorgenza di una particolare forma di epilessia, quella notturna del lobo frontale, che può presentarsi sia in forma sporadica che ereditaria. Il progetto si svolgerà in collaborazione con Tommaso Pippucci dell’unità di Genetica medica del Policlinico Sant'Orsola Malpighi di Bologna.

La Commissione medico scientifica della Fondazione Telethon ha inoltre destinato 128 mila euro per la ricerca scientifica all’università di Firenze (560 mila euro i fondi stanziati in totale in Toscana). In particolare è stato finanziato lo studio della cardiomiopatia ipertrofica, la più comune malattia genetica che colpisce il cuore, caratterizzata da un anomalo inspessimento delle pareti del ventricolo sinistro. La ricerca sarà guidata da Corrado Poggesi, ordinario di Fisiologia e membro del Centro interuniversitario di Medicina molecolare e biofisica applicata dell’Ateneo, e si concentrerà su una forma molto grave della malattia dovuta a particolari proteine “difettose”, coinvolte nel sistema contrattile delle fibre muscolari. Questa variante della malattia rappresenta circa il 7 per cento dei casi e può portare anche a morte improvvisa.

Telethon investe anche nella ricerca scientifica pavese, e tra i destinatari dei 350 mila euro stanziati ci sono i laboratori di Antonella Forlino e Orsetta Zuffardi dell’Università di Pavia e quelli di Rosangela Invernizzi e Patrizia Noris del Policlinico San Matteo. Salgono così a 8,4 milioni di euro i fondi totali stanziati ad oggi da Telethon nella provincia di Pavia. All’Università di Pavia Antonella Forlino, del dipartimento di Medicina molecolare, condurrà un progetto sull’osteogenesi imperfetta, malattia caratterizzata da una più o meno marcata tendenza alle fratture ossee. Presso lo stesso dipartimento, Orsetta Zuffardi si occuperà invece della rara sindrome ring 14, dovuta a una malformazione del cromosoma 14 (che si presenta incompleto o ad anello) e che si manifesta con grave ritardo mentale e frequenti crisi epilettiche refrattarie ai farmaci.

Presso il Policlinico San Matteo, invece, Patrizia Noris prenderà parte a un progetto su un raro gruppo di malattie del sangue, le trombocitopenie ereditarie, in cui a causa di un ridotto numero di piastrine i pazienti vanno incontro a frequenti emorragie e sanguinamenti improvvisi. Sempre al San Matteo, Rosangela Invernizzi coordinerà uno studio in collaborazione con Paolo Colombo dell’Università di Parma per valutare l’uso locale del talidomide nel controllo del sanguinamento dal naso (epistassi) nei pazienti affetti da telangiectasia emorragica ereditaria refrattari ai farmaci disponibili.

Altri 240 mila euro arriveranno per la ricerca scientifica in Sicilia. Tra i progetti selezionati dalla Fondazione, tra i progetti finanziati ci sono anche quelli di Lucia Ciranna dell’Università di Catania e di Maria Vincenza Catania dell’Istituto di scienze neurologiche del Consiglio nazionale delle ricerche. Salgono così a 4 milioni di euro i fondi totali stanziati ad oggi da Telethon nella regione.

Grazie al finanziamento Telethon, Lucia Ciranna coordinerà un progetto di ricerca sulla sindromedell’X fragile, la forma più comune di ritardo mentale dopo la sindrome di Down. Obiettivo di questo progetto, a cui prenderà parte oltre a Maria Vincenza Catania anche Marcello Leopoldo dell’Università di Bari, è studiare nel modello animale le potenzialità di una nuova terapia farmacologica per questa sindrome basata su una particolare classe di farmaci chiamati agonisti della serotonina di tipo 7.

 

Condividi

  GoogleNewsBuy Levitra Online

© 2008-2014 Sabina Universitas - Polo Universitario di Rieti S.C.p.A. (P.I. 00982440570). Tutti i diritti riservati.